Potenziare le competenze dello psicologo (Psicologia e Scuola, Università) [Psychology and School / in Italian]

Autori: Anna Maria Ajello

Affiliazione: Università La Sapienza di Roma [University of Rome Sapienza, Italy]

Data di pubblicazione: 31.03.2016

Il problema pedagogico

Dopo aver definito i contenuti teorici del programma, la docente ha preso in carico gli aspetti motivazionali, impostando lezioni in termini di attività che rendessero gli studenti costruttori attivi del proprio percorso di apprendimento di strumenti e competenze utili alla professione di psicologi.

La soluzione

Per motivare gli studenti, si è deciso di sfruttare i principi del TLA per strutturare attività che permettessero loro di costruire competenze proprie degli psicologi che operano nel settore dell’educazione, quali la capacità di saper comunicare in plenaria argomenti di carattere psicologico, di intervistare docenti e di condurre focus group.

Ciascuna delle attività svolte e delle competenze collegate andava infine a confluire del portfolio personale dello studente, che poteva mostrare ciò che aveva appreso durante il corso e riflettere sul percorso di apprendimento realizzato.

Esperienze chiave

Il successo più importante legato al corso è stato il raggiungimento da parte degli studenti della consapevolezza dell’ampliamento delle proprie competenze, alimentato dalla loro riflessione personale sul percorso fatto (come emerge da alcune interviste finali e dai portfoli). Un’altra esperienza chiave è stata la possibilità di promuovere abilità specifiche relative al lavorare in gruppo, alla divisione del lavoro e alla collaborazione in vista del raggiungimento di un prodotto atteso.

Materiali e link

  • Piattaforma educativa on-line: Moodle
  • Programma per la creazione del portfolio digitale: NVU

Links al documento originale completo: